Londra

Japan Matsuri

settembre 28, 2014

Sabato 27 settembre Trafalgar Square ha ospitato il Japan Matsuri, arrivato ormai alla sua sesta edizione londinese.
Il matsuri è una festa locale tenuta annualmente in varie località del Giappone per ringraziare la divinità del santuario o per commemorare un evento storico. Tra i più famosi ci sono i matsuri di Kyoto (Aoi Matsuri di metà maggio e il Gion Matsuri di luglio) e di Osaka (25 luglio).
Il festival è cominciato la mattina alle 11 quando i ragazzi della Teikyo Japanese School (una scuola superiore giapponese a ovest di Londra) hanno portato a spalla un mikoshi, cioè una portantina con tanto di piccolo tempietto usata per trasportare la divinità o alcuni oggetti sacri da un luogo all’altro, di solito dal tempio al quartiere e viceversa: una vera e propria processione.
Sabato invece si sono limitati a un giro di Trafalgar Square, seguiti dalle studentesse della Teikyo.

IMG_4522Eccoli i valorosi portantini!

IMG_4519Durante la giornata abbiamo imparato a fare ginnastica the Japanese way e in molti si sono lanciati in danze frenetiche insieme alle chara, le mascottes formato peluche gigante delle diverse prefetture giapponesi.
A proposito di peluches enormi, mi sono imbattuta in Domo Kun (paura)!

IMG_4541Sul palco si sono alternati momenti musicali di karaoke (rigorosamente in giapponese!) e danze locali.

IMG_4622Scommetto che vi state chiedendo: e il cibo giapponese?
C’era c’era, eccome se c’era!
Le bancarelle riempivano i lati della piazza e ce n’era davvero per tutti i gusti.
Ecco i takoyaki, polpettine di pastella e polpo tipiche di Osaka.

IMG_4569C’erano banchetti che vendevano sushi, noodles, gyoza (fagottini simili ai ravioli cinesi), ramen, bubble tea, matcha latte (tè verde in polvere e latte), onigirimiso e tempura.

IMG_4562Tra tutte queste prelibatezze mi sono lasciata convincere da un bellissimo okonomiyaki (una specie di pancake cotto alle piastra e composto da foglie cavolo, uovo, mais e farina) condito con aonori (alghe secche tritate), salsa dolce otafuku e maionese. Una delizia!

IMG_4633Ditemi come si fa a resistere!

IMG_4642Il banchetto con la fila più lunga (occupava più di metà di Trafalgar Square) era quello che vendeva kakigori, una granita gigante!

IMG_4574Le bancarelle vendevano anche oggettistica giapponese, dai peluches agli adesivi, dalle stampe all’abbigliamento.

IMG_4538Guardate che carini questi micro-portafortuna a forma di gatto e gufetto!
Ogni colore corrisponde a un ambito: bianco per la felicità, rosa per l’amore, giallo per la ricchezza, rosso per la buona sorte, verde per la salute, nero per allontanare la sfortuna, oro per la fortuna in ambito economico e così via.

IMG_4548Gli articoli per la tavola meritavano.
Per farla breve, non me ne sono andata a mani vuote!

IMG_4596IMG_4601E per finire vi lascio con un po’ di street style!

IMG_4576La bambina più invidiata di Trafalgar Square!

IMG_4630E qualche kimono tradizionale.

IMG_4667IMG_4665Alla prossima!

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

UA-76394257-1