Food, Italia

Ginger

luglio 22, 2015

Roma, Roma, Roma!
Ogni volta che torni ti rinnamori. Quando ci vivi ne dici peste e corna, ma non per lei poverina che è tanto bella da far tremare. Te la prendi con chi la gestisce, con chi dice di amarla ma di nascosto ci lucra, con chi non la valorizza e con chi la trascura. Con l’AMA perché è sporca, con l’ATAC perché la metro passa ogni morte di papa (gli autobus non passano proprio) e con i papi stessi quando la intasano per le celebrazioni più importanti.
Ma poi torni e non puoi fare a meno di rimanere imbambolata di fronte ad ogni angolo, statua e palazzo. Ti riscopri turista e sei talmente credibile che ci cascano anche i venditori di rose. Ci scambi due chiacchiere all’ombra di un obelisco, tra inglese e italiano, giusto pochi istanti  prima che puntino una coppia di turisti (veri) e ripartano alla carica.
Roma d’estate è bollente, non si respira, ma quando vivi all’estero e torni di tanto in tanto ogni momento è buono per rincontrare gli amici, di fronte a quel cibo semplice e gustoso che ti è tanto mancato. E ci si incontra in centro per respirare un po’ di bellezza.
Prendi la metro, scendi a Piazzale Flaminio, esci in superficie e ti dirigi verso Piazza del Popolo.
Nulla di nuovo, nessun percorso alternativo. Sei tu la persona diversa, i tuoi occhi non sono più gli stessi: la bellezza non la danno più per scontata e rimangono estasiati a ogni riscoperta.

IMG_8787 (FILEminimizer)Passi sotto la porta e ti rigiri a rimirarla questa bella piazza, a 360°.

IMG_8793 (FILEminimizer)IMG_8791 (FILEminimizer)Quattro passi nelle viuzze che corrono parallele a via del Corso tra cliché e scorci poetici, dirette verso Ginger per un pranzo di aggiornamento tra amiche.

IMG_8827 (FILEminimizer)IMG_8831 (FILEminimizer)Ginger è un ristorantino che si trova in via Borgognona.
Passandoci non potete non riconoscerlo: è tutto bianco! L’avevamo puntato da un po’ a dir la verità (ho delle amiche buone forchette, non potrebbe essere altrimenti del resto), ma l’occasione non era comparsa e avevamo rimandato a “quando torni la prossima volta”.
Arrivate di fronte a Ginger abbiamo dato il nome al cameriere e siamo rimaste stupite nel vedere una decina di persone in attesa. Il locale è sicuramente carino ma non pensavamo di trovare addirittura la fila fuori. Fortunatamente essendo in due abbiamo aspettato una decina di minuti mentre la coda all’esterno era quasi triplicata.

IMG_8800 (FILEminimizer)Una volta all’interno siamo state fatte sedere a un tavolino praticamente attaccato agli altri.
In teoria non hanno tavolate ma il poco spazio fa sì che si mangi in compagnia.
Non che sia un problema ma se volete un po’ di privacy e tranquillità non è il posto che fa per voi.

IMG_8821 (FILEminimizer)
Il menu è vario e contiene anche panini gourmet e frullati a portar via.
Avendo già dato un’occhiata al menu on-line siamo entrate già pronte ad ordinare.
Nonostante ciò abbiamo aspettato un buon quarto d’ora prima che l’ordinazione fosse presa, ma come dicevo il locale era pieno fino a scoppiare.
Al suo interno Ginger ha in esposizione frutta fresca, verdura, vini e insaccati.
Si propone come risto-bistrot attento ai cibi e alla loro qualità.

IMG_8816 (FILEminimizer)IMG_8824 (FILEminimizer)Cosa abbiamo ordinato?
La mia amica ha preso un ottimo salmone croccante ai semi di lino e basmati.
Io ho preferito dei tonnarelli al ragù di capasanta e pecorino, buoni ma pensavo meglio.
Per dessert abbiamo diviso una crème brûlée  al pistacchio (abbondante) che però non ho fatto in tempo a fotografare.

IMG_8808 (FILEminimizer)IMG_8807 (FILEminimizer)

Complessivamente Ginger è un bistrot carino, con prezzi un po’ al di sopra della media (primi piatti e insalate stanno sui 13€, i secondi sui 16-20€, i dolci costano 7€ e i panini gourmet una decina di euro) e parecchio affollato. E’ un locale diverso e In in cui fermarsi per un buon frullato a portar via o per piatti con bacche di goji e quinoa.

You Might Also Like

3 Comments

  • Reply Elena luglio 22, 2015 at 9:55 am

    Adoro adoro adoro! Bellissimo leggere il resoconto di quella giornata! Smuack 😀

  • Reply Elena luglio 26, 2015 at 11:28 am

    Ciao! Ti ho nominata sul mio blog, spero ti faccia piacere! 🙂
    https://libra90blog.wordpress.com/2015/07/25/sono-stata-nominata/
    Un saluto, Elena.

    • Reply Claire luglio 26, 2015 at 5:27 pm

      Grazie mille!

    Leave a Reply

    UA-76394257-1