Londra

Cercare casa a Londra

luglio 27, 2015

Cercare casa a Londra è l’hot topic  per eccellenza.
Molti mi chiedono consigli e delucidazioni sulle zone, i prezzi e soprattutto su come trovare un appartamento decente a Londra (sì, è possibile).
Non vi dirò che è facile perché così non è. Bisogna armarsi di pazienza e lanciarsi in un mercato i cui prezzi non accennano a frenare.

Quando

Il momento migliore per cercare casa a Londra è l’estate. Londra è in gran parte una città “di passaggio”: tantissime persone si fermano per un anno o due e i periodi sono generalmente da settembre a giugno. In corrispondenza della fine dei corsi universitari e degli stage la città inizia a svuotarsi, per grande gioia di chi ci lavora.
Nei mesi estivi l’offerta di camere torna a livelli decenti permettendovi anche di scegliere, cosa che non accade a settembre ad esempio, quando gli annunci sui siti durano anche 15 minuti.

Come

On-line troverete un numero spropositato di siti che pubblicizzano camere in affitto a Londra.
Alcuni contengono solo annunci, altri sono gestiti da agenzie vere e proprie.
I più famosi sono Gumtree, Easyrommate, Spareroom e simili. Molti però permettono di contattare i proprietari solo dietro upgrade  del vostro account sul sito in questione, leggasi dietro pagamento di una cifra intorno alle 25£ mensili.
State molto attenti perché le truffe sono estremamente comuni! Io stessa ho avuto uno scambio di e-mail con un soggetto misterioso che diceva di essere un missionario e di aver lasciato Londra per l’Africa. Non mi aveva convinto molto sin dall’inizio perché nonostante gli chiedessi alcune informazioni specifiche, lui rispondeva tutt’altro. Per farvela breve: lui era in Africa, la moglie si era appena operata in Cina e non poteva farmi vedere la camera, di conseguenza avrei dovuto inviargli due mesi di affitto in anticipo e a quel punto loro mi avrebbero fatto arrivare le chiavi di casa via corriere. Che poi nell’era di internet se mi dici di chiamarti Pinco Pallo e di lavorare in una certa diocesi di Londra, io vado sul sito a cercare il tuo nome (e infatti il non trovar nulla mi aveva già fatto accendere qualche lampadina).
A Londra ci sono un sacco di persone strane, di conseguenza se trovate annunci particolari non vi spaventate, è quasi la norma. Un esempio? Coinquilini che vogliono solo persone con una determinata professione o che decideranno se affittarvi la stanza solo se i vostri segni dell’oroscopo cinese saranno compatibili.
Un consiglio: al momento funzionano tantissimo i gruppi Facebook per cercare casa a Londra, sono più immediati. Uno dei tanti è London Student Flat Share  ma ne troverete tanti simili.
Un’alternativa più sicura è rivolgersi a un’agenzia sul posto.

Dove

Le zone di Londra sono tante e il luogo in cui cercare una camera dipende anche dalle vostre esigenze. Ovviamente stando in centro pagherete di più ma se riuscite a trovare una sistemazione vicino all’università/lavoro risparmierete sull’abbonamento ai mezzi pubblici (che costa 120£ al mese – o 170€ – per le sole zone 1 e 2). Attenzione però che la regola “zone non centrali = prezzi più bassi” non sempre vale: ci sono zone piuttosto chic e residenziali fuori dal centro (Richmond ad esempio) in cui gli affitti sono alti quanto in zona 1.
Le zone più gettonate sono la 1 e la 2 (guardate l’immagine in alto per farvi un’idea), ma già la 3 potrebbe essere un buon compromesso. Tra la zona 2 e la zona 3 i prezzi sono più bassi rispetto alla 1 e il tempo che impieghereste per andare in centro è tutto sommato accettabile (mezz’ora circa).

Prezzi

Una premessa: i prezzi si dividono in pw (per week – a settimana) o pcm (per calendar month – al mese).
Come dicevo il mercato delle camere a Londra è un inferno perché la domanda è talmente elevata che l’offerta gioca al rialzo, soprattutto nei mesi hot  come settembre in cui masse di persone ci si riversano.
Attualmente (luglio 2015) il prezzo minimo per una singola in zona 2-3 è di circa 150£ a settimana, che equivale a 210€. Risparmiereste qualcosina prendendo una doppia, il che potrebbe rivelarsi una buona alternativa se partite in due.
Attenzione ai prezzi eccessivamente bassi perché il più delle volte nascondono delle truffe o si tratta più semplicemente di cubicoli ricavati dividendo le camere in due o tre spazi, per cui vi trovereste ad avere il letto e 10cm di spazio tra letto e muro per alzarvi, armadi e scrivanie neanche a parlarne.
Quando parlo di truffe mi riferisco anche a quegli annunci il cui prezzo è accettabile ma la camera si rivela sporca (ed è frequente) e piena di acari ed esserini poco graditi.
Non sempre si tratta di truffe: a volte può trattarsi di persone che affittano per tempi brevi (anche un paio di settimane) perché si allontanano da Londra e vogliono coprire i costi, quindi state bene attenti a cosa c’è scritto negli annunci.
Altre volte invece si tratta di stanze con letti a castello o con 5-6 posti letto, che possono rimanere anche entro le 60£ a testa a settimana in zona 1. La privacy non è assicurata!

Per risparmiare

Muoversi con anticipo is the key. Partire in due potrebbe essere una buona mossa, mentre stare lontani dal centro non è detto che lo sia in quanto dovete tenere in considerazione i costi (elevati) dei mezzi pubblici.
Un’alternativa meno costosa è alloggiare presso una host family, famiglie che per arrotondare affittano una stanza agli studenti a prezzi modici, anche 400£ al mese. Non tutti sono disposti ovviamente, ma è una realtà piuttosto comune.
E le residenze universitarie? Costano anche loro minimo 170£ a settimana e ovviamente più il prezzo è basso più sono lontane dal centro. Possono arrivare anche a 230£ e oltre se preferite un appartamentino con annessa cucina tutto per voi o se scegliete l’opzione mensa per comodità onde evitare di prepararvi la cena.

Tasse e bollette

Altro argomento da considerare sono le bollette generiche (bills) come riscaldamento, internet, energia elettrica, etc. e la council tax.  Questo tributo municipale dipende dal valore dell’immobile e viene pagato dai locatari, cioè non dal proprietario dell’appartamento bensì da chi ci vive.
E’ prevista un’esenzione se i locatari sono tutti studenti full-time  (e questo dipende dal percorso di studi che state facendo; il fatto di frequentare un master non è una certezza di esenzione perché possono essere frequentati part-time e in questo caso vi troverete a pagarla) di conseguenza molti studenti in cerca di coinquilini preferiscono altri studenti universitari proprio per evitare di pagare la council tax. Se invece c’è un mix di studenti e non studenti, chi è iscritto all’università full-time  può chiedere una riduzione dell’imposta.

Londra è una città molto cara e le spese non si riducono all’affitto ma comprendono anche l’abbonamento al trasporto pubblico, il cibo e le uscite. Di questo però si parlerà in un altro post!

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply chiara agosto 13, 2015 at 8:41 am

    Dopo essere stata a Londra a gennaio ho passato diverse settimane a ripetermi che avrei voluto vivere lì! È una città che adoro e in cui mi sento a mio agio. Ho conosciuto dei ragazzi italiani che lavorano lì e li ho invidiati tantissimo!
    Adesso la voglia di mollare tutto e trasferirmi mi è un po’ passata… ma questi tuoi consigli sono davvero preziosi, soprattutto quelli sulle truffe perchè pensavo fosse una prerogativa più nostrana… 🙂
    un abbracio

    • Reply Claire agosto 14, 2015 at 3:22 pm

      Sì purtroppo bisogna stare sempre con gli occhi aperti!

    Leave a Reply

    UA-76394257-1