Belgio, Food

Brasserie Cantillon

febbraio 1, 2018

Dal punto di vista culinario Bruxelles è nota per poche cose, ma sicuramente tra queste c’è la birra. Oltre a essere molto buona, si trova a prezzi stracciati anche al supermercato (ad esempio, la Rochefort 8 da 33cl costa 1,70€), senza contare le piccole brasserie disseminate per la città (una fra tante, il Brussel Beer Project). Si tratta però di birrifici che utilizzano metodi di fermentazione non spontanei . L’unica brasserie che fa eccezione è la brasserie Cantillon.

La brasserie Cantillon si trova a pochi passi dalla Gare du Midi, nel quartiere di Anderlecht. Fondata nel 1900, la brasserie ha avuto anni di gloria e anni di abbandono, fino al 1978 quando è stata trasformata nel Museo della Gueuze.

La brasserie Cantillon è diversa dalle altre perché produce di un tipo birra a fermentazione spontanea detta lambic. La fermentazione avviene grazie a lieviti selvatici e batteri autoctoni della zona della Senne in cui si trova Bruxelles. In poche parole, al mosto non vengono aggiunti lieviti manualmente ma lo si fa fermentare a contatto con l’aria. I ricercatori di un’università belga hanno provato che le lambic contengono 100 ceppi diversi di lievito, 27 di batteri acetici e 30 di batteri lattici.

Un tempo si utilizzava solo la fermentazione spontanea. Attualmente, le alternative sono la bassa fermentazione (a temperature tra gli 8 e i 10°C) e l’alta fermentazione (con temperature tra i 15 e i 20°C).

Le visite  guidate della brasserie avvengono in francese (ma hanno opuscoli anche in italiano) e – nel prezzo della visita (7€) – si può degustare una birra a testa: una gueuze (ottenuta dal mix di diverse lambic) o una kriek (ossia una lambic in cui vengono macerate le ciliegie di Schaerbeek).

La visita si snoda nelle sale in cui viene prodotta la birra, nel solaio in cui sono conservati i grani e nelle cantine in cui si trovano le botti.

Sì ma le birre a fermentazione spontanea come sono? Da provare. A me personalmente non piace il loro retrogusto acidulo, nemmeno quando è mitigato dalle ciliegie della kriek (preferisco le birre trappiste).

L’ambiente è molto allegro e alla mano. E’ possibile comprare bottiglie di birra a ottimi prezzi e souvenir vari.

Un paio di consigli: quando arrivate alla brasserie Cantillon aprite il portone giallo che vi trovate di fronte senza farvi troppi problemi (da fuori sembra chiuso ma non lo è) e state attenti agli orari: chiude alle 17 (si può rimanere dentro a degustare fino alle 17:15 massimo). A noi mediterranei può sembrare un’assurdità, ma vi assicuro che in Belgio chiude tutto molto presto e i proprietari non si fanno problemi a mandarvi via.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.